Resto al Sud, pubblicata la Circolare che spiega il funzionamento degli incentivi

PDFStampaE-mail

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Circolare attuativa n.33 del 22 dicembre 2017 della misura "Resto al Sud", gestita da Invitalia. L’invio delle domande è possibile dalle 12.00 del 15 gennaio 2018.

Il provvedimento, emanato dal Dipartimento per le Politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, spiega le modalità di funzionamento degli incentivi rivolti ai giovani fino a 35 anni che vogliono avviare un'attività imprenditoriale nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

La Circolare stabilisce tempi e modalità per la presentazione delle domande, descrive i criteri di valutazione delle proposte progettuali e le disposizioni operative per la concessione ed erogazione delle agevolazioni. Sono inoltre ulteriormente esplicitate la modalità di accreditamento degli enti interessati a fornire assistenza e consulenza gratuita ai potenziali imprenditori.

 

 

La nuova circolare definisce aspetti non chiariti in precedenza quali:

  • l'elenco delle attività non ammissibili;
  • le spese ammissibili;
  • criteri di valutazione e punteggi assegnabili ai progetti
  • modalità di erogazione dell'agevolazione
  • i casi di revoca, modalità di vigilanza, controllo e ispezione e modalità di comunicazione tra i vari soggetti

Le attività che rientrano tra le attività finanziabili suddivise nelle varie sezioni della classificazione ATECO sono:

  • La divisione 03 - "PESCA E ACQUACOLTURA" della sezione A "AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA"
  • B. ESTRAZIONE DI MINERALI DA CAVE E  MINIERE
  • C. ATTIVITA' MANIFATTURIERE
  • D .FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE E ARIA CONDIZIONATA
  • E.FORNITURA DI ACQUA; RETI FOGNARIE, ATTIVITA' DI GESTIONE DEI RIFIUTI E RISANAMENTO
  • F. COSTRUZIONI
  • Classi 45.20 "Manutenzione e riparazione di autoveicoli" e 45.40.3 "Manutenzione e riparazione di autoveicoli" della categoria G. COMMERCIO ALL'INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI
  • H. TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO
  • I. ATTIVITA' DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E DI RISTORAZIONE
  • J. SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
  • K. ATTIVITA' FINANZIARIE E ASSICURATIVE
  • Classe 68.20 3. "Affitto e gestione di immobili di proprietà o in leasing" della sezione  L. ATTIVITA' IMMOBILIARI
  • N. NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE
  • P. ISTRUZIONE
  • Q. SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE
  • R.  ATTIVITA' ARTISTICHE, SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO
  • S. ALTRE ATTIVITA' DI SERVIZI

Per ciò che riguarda i criteri di valutazione, le domande di finanziamento verranno valutate secondo i seguenti criteri:

  • Adeguatezza e coerenza delle competenze e delle esperienze possedute dai soci rispetto alla specifica attività prevista dal progetto imprenditoriale (max 8 punti)
  • Capacità di presidiare aspetti processo tecnico,produttivo e organizzativo (max 2 punti)
  • Potenzialità del mercato di riferimento. vantaggio competitivo dell'iniziativa e relative strategie di marketing (max 4 punti)
  • Sostenibilità tecnica- economica dell' iniziativa, con particolare riferimento all' equilibrio economico alla pertinenza e coerenza del programma di spesa (max 6 punti)
  • Valutazione requisiti per la concedibilità della garanzia del Fondo centrale per le PMI (SI o NO)

Per essere ammissibile, il progetto dovrà raggiungere un punteggio minimo di 12 punti.

 

Visita Il Sito Invitalia

Leggi la Circolare

Maggiori dettagli su Resto al Sud

Centro Giovanile Teresa Schemmari

© Opera d'Arte | sportelloinformagiovani.noto@gmail.com | Sitemap | design Webag.it | segnalato da Siciliaorientale.com Cookies Policy